Parte I- Accordi di pagamento basati su propri strumenti patrimoniali

A. Informazioni di natura qualitativa

1. Descrizione degli accordi di pagamento basati su propri strumenti patrimoniali

La remunerazione dell’Alta Direzione è composta da un compenso fisso ricorrente e da una parte variabile calcolata in percentuale dell’utile consolidato al lordo delle imposte.

La componente variabile della remunerazione, il cui limite massimo è comunque parametrato al compenso fisso, viene corrisposta in parte a pronti e in parte in via differita.

La remunerazione variabile a pronti è assegnata e corrisposta dopo l’approvazione del bilancio e del resoconto ICAAP relativi all’esercizio cui il compenso è riferito.

La remunerazione variabile differita è soggetta a un differimento temporale di tre anni e non ha luogo se:

  • l’utile ante imposte risulta negativo;
  • in uno dei tre esercizi chiusi successivamente alla sua determinazione, il “capitale complessivo” risulti inferiore al “capitale interno complessivo” nel “resoconto ICAAP” da trasmettere annualmente alla Banca d’Italia;
  • al termine del terzo anno il beneficiario non ricopre la carica per cui la remunerazione era stata assegnata.

A partire dall’esercizio 2014, la corresponsione della retribuzione variabile avviene per il 50% in denaro e per il 50% in azioni di Banca IFIS S.p.A., sia con riferimento alla componente a pronti sia alla componente differita.

A tale scopo la Banca intende utilizzare azioni proprie in portafoglio; il prezzo di riferimento per la determinazione del numero di azioni da attribuire quale valore equivalente della retribuzione variabile in oggetto sarà la media dei prezzi di borsa dal 1 aprile al 30 aprile dell’anno di assegnazione e corresponsione.

La remunerazione variabile a pronti è soggetta all’integrale recupero (claw back) nel caso in cui l’anno successivo all’attribuzione della retribuzione variabile non sia maturato il diritto a percepire la componente variabile della remunerazione.

 

B. Informazioni di natura quantitativa

La tabella delle variazioni annue non viene avvalorata in quanto per il Gruppo Banca IFIS gli accordi di pagamento basati su propri strumenti patrimoniali non rientrano nella fattispecie richiesta dalla tabella stessa.

2. Altre informazioni

La retribuzione variabile dell’Alta Direzione determinata per l’esercizio 2016 riferita alla componente da corrispondere in azioni è pari a 430 mila euro; il numero di azioni che verranno attribuite sarà calcolato come sopra descritto.