Sezione 1 - Cassa e disponibilità liquide - Voce 10

1.1 Cassa e disponibilità liquide: composizione

  31.12.2016 31.12.2015
a) Cassa 34 34
b) Depositi liberi presso Banche Centrali - -
Totale 34 34
 

Sezione 2 - Attività finanziarie detenute per la negoziazione - Voce 20

2.1 Attività finanziarie detenute per la negoziazione: composizione merceologica

Voci/Valori 31.12.201631.12.2015
  Livello 1 Livello 2 Livello 3 Livello 1 Livello 2 Livello 3
A. Attività per cassa Livello 1 Livello 2 Livello 3    
1. Titoli di debito   ---
1.1 Titoli strutturati------
1.2 Altri titoli di debito------
2. Titoli di capitale------
3. Quote di O.I.C.R.------
4. Finanziamenti------
4.1 Pronti contro termine attivi------
4.2 Altri------
Totale A ------
B. Strumenti derivati ---   
1. Derivati finanziari   --259
1.1 di negoziazione-39.8937.500--259
1.2 connessi con la fair value option-39.8937.500---
1.3 altri------
2. Derivati creditizi------
2.1 di negoziazione------
2.2 connessi con la fair value option------
2.3 altri------
Totale B -39.8937.500--259
Totale (A+B)-39.8937.500--259
 

Le attività e le passività finanziarie di negoziazione in essere al 31 dicembre 2016 sono state incorporate con l’acquisizione dell’ex Gruppo GE Capital Interbanca e sono relative a contratti su tassi di interesse, negoziati da Interbanca S.p.A. con la clientela Corporate fino al 2009, effettuati al fine di offrire a quest’ultima strumenti finalizzati alla copertura dei rischi legati all’operatività di impresa, quali l’oscillazione dei tassi. Tutte le posizioni in essere sono coperte, ai fini dell’annullamento del rischio di mercato, con operazioni “back to back” per le quali sono state assunte con controparti di mercato esterne posizioni opposte a quelle vendute alla clientela corporate.

Tra le attività indicate al livello 3 sono comprese, per 2,0 milioni, alcune operazioni di cross currency swap in essere con altri istituti di credito.

2.2 Attività finanziarie detenute per la negoziazione: composizione per debitori/emittenti

Voci/Valori 31.12.2016 31.12.2015
A. Attività per cassa    
1. Titoli di debito - -
a) Governi e Banche Centrali - -
b) Altri enti pubblici - -
c) Banche - -
d) Altri emittenti - -
2. Titoli di capitale - -
a) Banche - -
b) Altri emittenti: - -
- imprese di assicurazione - -
- società finanziarie - -
- imprese non finanziarie - -
- altri - -
3. Quote di O.I.C.R. - -
4. Finanziamenti - -
a) Governi e Banche Centrali - -
b) Altri enti pubblici - -
c) Banche - -
d) Altri soggetti - -
Totale A - -
B. Strumenti derivati    
a) Banche    
- fair value 4.340 259
b) Clientela   -
- fair value 43.053 -
Totale B 47.393 259
Totale (A+B) 47.393 259
 

Sezione 4 - Attività finanziarie disponibili per la vendita – Voce 40

4.1 Attività finanziarie disponibili per la vendita: composizione merceologica

Voci/Valori 31.12.2016 31.12.2015
  Livello 1 Livello 2 Livello 3 Livello 1 Livello 2 Livello 3
1. Titoli di debito 353.150 - - 3.216.832 - -
1.1 Titoli strutturati - - - - - -
1.2 Altri titoli di debito 353.150 - - 3.216.832 - -
2. Titoli di capitale 2.476 12.647 2.017 - - 4.701
2.1 Valutati al fair value 2.476 12.647 2.017 - - 4.030
2.2 Valutati al costo - - - - - 671
3. Quote di O.I.C.R. - 3.939 - - - -
4. Finanziamenti - - - - - -
Totale 355.626 16.586 2.017 3.216.832 - 4.701
   

Gli “altri titoli di debito” di livello 1, sono riferiti a titoli di Stato italiani a tasso fisso se di brevissima durata o a tasso variabile se con scadenza a medio termine.

Tali titoli sono stati utilizzati prevalentemente per operazioni di pronti contro termine di breve/brevissimo periodo con controparti bancarie, su piattaforma MTS o su Eurosistema.

Il decremento dei titoli di debito è dovuto principalmente a vendite per 2,9 miliardi di euro effettuate nel corso dell’esercizio che hanno fatto registrare un utile da cessione di 5,5 milioni di euro.

I titoli di capitale di livello 3 si riferiscono a partecipazioni di minoranza. L’incremento è riconducibile da una parte al contributo fornito dall’ex Gruppo Interbanca, per 15,1 milioni di euro, dall’altra, alla sottoscrizione per 1,5 milioni di euro della partecipazione in Cassa di Risparmio di Cesena a fronte dei contributi versati al FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi) quale aumento di capitale della banca stessa. Nel corso dell’esercizio sono state altresì rilevate rettifiche di valore apportate alle interessenze detenute in due società a seguito di impairment per complessivi 4,4 milioni di euro.

4.2 Attività finanziarie disponibili per la vendita: composizione per debitori/emittenti

Voci/Valori 31.12.2016 31.12.2015
1. Titoli di debito 353.150 3.216.832
a) Governi e Banche Centrali 353.150 3.216.832
b) Altri enti pubblici - -
c) Banche - -
d) Altri emittenti - -
2. Titoli di capitale 17.140 4.701
a) Banche 1.135 4.022
b) Altri emittenti: 16.005 679
- imprese di assicurazione - -
- società finanziarie 8.878 672
- imprese non finanziarie 7.127 7
- altri - -
3. Quote di O.I.C.R. 3.939 -
4. Finanziamenti - -
a) Governi e Banche Centrali - -
b) Altri enti pubblici - -
c) Banche - -
d) Altri soggetti - -
Totale 374.229 3.221.533
   

Sezione 6 – Crediti verso banche – Voce 60

6.1 Crediti verso banche: composizione merceologica

Tipologia operazioni / Valori31.12.201631.12.2015
 VBFV Livello 1FVLivello 2FV Livello 3VBFV Livello 1FVLivello 2FV Livello 3
A. Crediti verso Banche Centrali 1.063.831--1.063.83114.446  14.446
1. Depositi vincolati-XXX-XXX
2. Riserva obbligatoria1.019.000XXX14.446XXX
3. Pronti contro termine-XXX-XXX
4. Altri44.831XXX-XXX
B. Crediti verso banche 329.527--329.52780.906--80.906
1. Finanziamenti331.430--331.43075.896--75.896
1.1 Conti correnti e depositi liberi239.590XXXXXXX
1.2 Depositi vincolati88.034XXX-XXX
1.3 Altri finanziamenti:1.903----XXX
- Pronti contro termine attivi-XXX-XXX
- Leasing finanziario1XXX-XXX
- Altri1.902XXX-XXX
2. Titoli di debito----5.010--5.010
2.1 Titoli strutturati-XXX-XXX
2.2 Altri titoli di debito-XXX5.010XXX
Totale 1.393.358--1.393.35895.352  95.352

Legenda

FV= fair value

VB= valore di bilancio

L’impiego di risorse finanziarie disponibili presso altri istituti di credito non rappresenta un’attività core business per il Gruppo; l’eccedenza di liquidità è volta a garantire il margine necessario all’ordinario svolgimento dell’attività bancaria nonché la liquidità necessaria per cogliere eventuali opportunità di mercato.

Il fair value dei crediti verso banche risulta allineato al relativo valore di bilancio in considerazione del fatto che i depositi interbancari sono di breve o brevissima scadenza a tasso indicizzato.

Gli altri titoli di debito in portafoglio alla fine del 2015, riferiti ad obbligazioni emesse da istituti di credito che per le loro caratteristiche sono state classificate tra i crediti verso banche, sono stati rimborsati nel corso del 2016.

       

Sezione 7 – Crediti verso clientela – Voce 70

7.1 Crediti verso clientela: composizione merceologica

Tipologia operazioni/Valori 31.12.2016 31.12.2015
  Valore di bilancio Fair value Valore di bilancio Fair value
  Nondeteriorati Deteriorati L1 L2 L3 Nondeteriorati Deteriorati L1 L2 L3
    Acquistati Altri         Acquistati Altri      
Finanziamenti 4.956.051 562.329 399.948       2.954.090 354.331 128.715  - - 3.452.700
1. Conti correnti 51.174 25.112 12.072 X X X 94.456 8.298 16.100 X X X
2. Pronti contro termine attivi - - - X X X - - - X X X
3. Mutui 724.708 3.466 154.467 X X X 6.903 2.993 - X X X
4. Carte di credito, prestiti perso- nali e cessioni del quinto 15.521 305.697 1.722 X X X - 162.495 - X X X
5. Leasing finanziario 814.914 240 12.947 X X X 5 833 - X X X
6. Factoring 2.711.340 - 180.244 X X X 2.532.819 - 102.389 X X X
7. Altri finanziamenti 638.394 227.814 38.496 X X X 319.907 179.712 10.226 X X X
Titoli di debito - - 9.884 - - - - - - - - -
8 Titoli strutturati - - - X X X - - - X X X
9 Altri titoli di debito - - 9.884 X X X - - - X X X
Totale 4.956.051 562.329 409.832 - - 5.957.897 2.954.090 354.331 128.715 - - 3.452.700
       

I crediti acquistati deteriorati sono relativi prevalentemente ai crediti di difficile esigibilità dell’area NPL. L’attività di tale settore è per sua natura strettamente connessa al recupero di crediti deteriorati e pertanto i crediti sono esposti tra le sofferenze e le inadempienze probabili. In particolare, tali crediti mantengono la medesima classificazione adottata dal cedente se intermediario soggetto a normativa equivalente a Banca IFIS; diversamente, qualora la Banca non abbia accertato lo stato di insolvenza del debitore, i crediti vengono classificati tra le inadempienze probabili.

I crediti non deteriorati classificati fra gli “altri finanziamenti” sono relativi a crediti fiscali per 562,1 milioni di euro e alla marginazione legata alle operazioni di pronti contro termine in Titoli di Stato sulla piattaforma MTS per 4,7 milioni di euro.

7.2 Crediti verso clientela: composizione per debitori/emittenti

Tipologia operazioni/Valori 31.12.2016 31.12.2015 
     
  Nondeteriorati Deteriorati Nondeteriorati Deteriorati
    Acquistati Altri   Acquistati Altri
1. Titoli di debito: - - 9.884 - - -
a) Governi - - - - - -
b) Altri enti pubblici - - - - - -
c) Altri emittenti - - 9.884 - - -
- imprese non finanziarie - - 9.884 - - -
- imprese finanziarie - - - - - -
- assicurazioni - - - - - -
- altri - - - - - -
2. Finanziamenti verso: 4.956.051 562.329 399.948 2.954.090 354.331 128.715
a) Governi 95.011 - 11.484 104.088 - 1.041
b) Altri enti pubblici 799.917 1 42.229 895.162 1 6.580
c) Altri soggetti 4.061.123 562.328 346.235 1.954.840 354.330 121.094
- imprese non finanziarie 3.344.966 27.595 280.942 1.824.749 16.747 108.357
- imprese finanziarie 72.206 99 29.969 114.927 95 6.666
- assicurazioni - - - - - -
- altri 643.951 534.634 35.324 15.164 337.488 6.071
Totale 4.956.051 562.329 409.832 2.954.090 354.331 128.715
 

7.4 Leasing finanziario

  Canoni minimi futuri Valore attuale dei canoni minimi futuri
Entro 1 anno 330.333 306.193
Tra 1 e 5 anni 619.699 613.878
Oltre 5 anni 5.093 4.657
Totale- 955.125 924.728
Utili finanziari differiti - -
Fondo svalutazione crediti (41.924) (41.924)
Crediti iscritti in bilancio 913.201 882.804
 

I valori riportati si riferiscono alle operazioni di IFIS Leasing, società controllata da Interbanca.

Sezione 12 - Attività materiali – Voce 120

12.1 Attività materiali ad uso funzionale: composizione delle attività valutate al costo

Attività/Valori 31.12.2016 31.12.2015
1. Attività di proprietà 105.877 47.523
a) terreni 35.892 6.738
b) fabbricati 62.735 37.899
c) mobili 1.780 641
d) impianti elettronici 4.298 1.480
e) altre 1.172 765
2. Attività acquisite in leasing finanziario 3.751 3.920
a) terreni - -
b) fabbricati 3.718 3.862
c) mobili - -
d) impianti elettronici - -
e) altre 33 58
Totale 109.628 51.443
 

Il significativo incremento della voce rispetto alla fine del 2015 è riconducibile da un lato al contributo fornito dall’ex Gruppo GE Capital Interbanca, dall’altro alla capitalizzazione dei costi inerenti la ristrutturazione dell’immobile sito in Firenze divenuto la nuova sede dell’area di business NPL.

Gli immobili iscritti a fine periodo tra le immobilizzazioni materiali includono l’importante edificio storico “Villa Marocco” sito in Mestre – Venezia sede di Banca IFIS, nonché, a seguito dell’acquisizione dell’ex Gruppo GE Capital Interbanca, due immobili di Milano, sede di Interbanca S.p.A., e di alcune società del Gruppo.

l’immobile Villa Marocco, in quanto immobile di pregio, non è assoggettato ad ammortamento ma alla verifica almeno annuale di impairment. A tale scopo vengono sottoposti a perizia di stima da parte di soggetti esperti nella valutazione di immobili della medesima natura. Nel corso dell’esercizio non sono emersi elementi che facciano ritenere necessario l’effettuazione dell’impairment test.

12.2 Attività materiali detenute a scopo di investimento: composizione delle attività valutate al costo

Attività/Valori 31.12.2016 31.12.2015
  Valore di Bilancio Fair value Valore di Bilancio Fair value
    L1 L2 L3   L1 L2 L3
1. Attività di proprietà 720 - - 926 720 - - 926
a) terreni -       -      
b) fabbricati 720     926 720     926
2. Attività acquisite in leasing finanziario - - - - - - - -
a) terreni -       -      
b) fabbricati -       -      
Totale 720 - - 926 720 - - 926
 

12.5 Attività materiali ad uso funzionale: variazioni annue

 TerreniFabbricatiMobiliImpianti elettroniciAltreTotale
31.12.2016
A. Esistenze iniziali lorde 6.73843.8664.8026.4931.96163.860
A.1 Riduzioni di valore totali nette-(2.105)(4.160)(5.013)(1.139) (12.417)
A.2 Esistenze iniziali nette 6.73841.7616421.48082251.443
B. Aumenti 29.15425.2391.3984.31175860.860
B.1 Acquisti29.15425.2391.3984.31174360.845
di cui: operazioni di aggregazione aziendale29.15415.86657166717746.435
B.2 Spese per migliorie capitalizzate----- -
B.3 Riprese di valore----66
B.4 Variazioni positive di fair value imputate a:------
a) patrimonio netto - - - - - -
b) conto economico - - - - - -
B.5 Differenze positive di cambio----- -
B.6 Trasferimenti da immobili detenuti a scopo di investimento----- -
B.7 Altre variazioni----99
C. Diminuzioni - (547) (260) (1.493) (375) (2.675)
C.1 Vendite--(2)(4)(149) (155)
C.2 Ammortamenti-(547)(258)(1.489)(197) (2.491)
C.3 Rettifiche di valore da deterioramento imputate a:------
a) patrimonio netto - - - - - -
b) conto economico - - - - - -
C.4 Variazioni negative di fair value imputate a:------
a) patrimonio netto - - - - - -
b) conto economico - - - - - -
C.5 Differenze negative di cambio - - - - - -
C.6 Trasferimenti a------
a) attività materiali detenute a scopo di investimento - - - - - -
b) attività in via di dismissione - - - - - -
C.7 Altre variazioni----(29) (29)
D. Rimanenze finali nette 35.89266.4531.7804.2981.205109.628
D.1 Riduzioni di valore totali nette-19.8779.15220.06997650.074
D.2 Rimanenze finali lorde 35.89286.33010.93224.3672.181159.702
E. Valutazione al costo------
 

Le attività materiali ad uso funzionale sono valutate al costo e sono ammortizzate in modo sistematico lungo la loro vita utile, ad esclusione dei terreni a vita utile illimitata e dell’immobile “Villa Marocco” in considerazione del fatto che il valore residuo dell’immobile stimato al termine della sua vita utile prevista è superiore al valore contabile.

Relativamente ai fabbricati, gli acquisti, fatta eccezione per il contributo derivante dall’acquisizione dell’ex Gruppo GE Capital Interbanca, si riferiscono prevalentemente alla capitalizzazione degli oneri di ristrutturazione dell’immobile, sito in Firenze, divenuto la nuova sede dell’area di business NPL.

Gli immobili e i mobili non ancora entrati in funzione alla data di riferimento del bilancio non vengono ammortizzati.

12.6 Attività materiali detenute a scopo di investimento: variazioni annue

  31.12.2016
  Terreni Fabbricati
A. Esistenze iniziali - 720
B. Aumenti - -
B.1 Acquisti - -
B.2 Spese per migliorie capitalizzate - -
B.3 Variazioni positive di fair value - -
B.4 Riprese di valore - -
B.5 Differenze di cambio positive - -
B.6 Trasferimenti da immobili ad uso funzionale - -
B.7 Altre variazioni - -
C. Diminuzioni - -
C.1 Vendite - -
C.2 Ammortamenti - -
C.3 Variazioni negative di fair value - -
C.4 Rettifiche di valore da deterioramento - -
C.5 Differenze di cambio negative - -
C.6 Trasferimenti ad altri portafogli di attività - -
a) immobili ad uso funzionale - -
b) attività non correnti in via di dismissione - -
C.7 Altre variazioni - -
D. Rimanenze finali - 720
E. Valutazione al fair value - 926
 

I fabbricati detenuti a scopo di investimento sono valutati al costo e sono riferiti a immobili locati. Tali immobili non vengono ammortizzati in quanto destinati alla vendita.

Sezione 13 - Attività immateriali - Voce 130

13.1 Attività immateriali: composizione per tipologia di attività

Attività/Valori 31.12.2016 31.12.2015
  Durata definita Durata indefinita Durata definita Durata indefinita
A.1 Avviamento X 799 X 820
A.1.1 di pertinenza del gruppo X 799 X 820
A.1.2 di pertinenza dei terzi X - X -
A.2 Altre attività immateriali 14.182 - 6.350 -
A.2.1 Attività valutate al costo: 14.182 - 6.350 -
a) Attività immateriali generate internamente - - - -
b) Altre attività 14.182 - 6.350 -
A.2.2 Attività valutate al fair value: - - - -
a) Attività immateriali generate internamente - - - -
b) Altre attività - - - -
Totale 14.182 799 6.350 820
 

L’avviamento, pari a euro 799 mila euro, deriva dal processo di consolidamento integrale della controllata polacca IFIS Finance Sp. Z o. o..

Per il suddetto avviamento si è proceduto alla verifica dell’adeguatezza di iscrizione ai sensi dello IAS 36 (impairment test). Ai fini di tale verifica, l’avviamento è stato attribuito all’unità generatrice di flussi finanziari corrispondente alla società IFIS Finance nel suo insieme, in quanto essa rappresenta un segmento di attività autonomo non ulteriormente scomponibile. La valutazione è stata effettuata applicando il metodo del valore d’uso sulla base della proiezione dei flussi finanziari attesi per un periodo esplicito di 5 anni attualizzati sulla base della stima del costo del capitale della società determinato sulla base del Capital Asset Pricing Model. I flussi finanziari attesi sono stati desunti dall’ultimo Piano Industriale approvato e dalle proiezioni finanziarie costruite sulla base dei trend di crescita medi della controllata. Il Terminal value (rendita perpetua) è stato determinato assumendo come replicabile l’ultimo flusso finanziario netto del periodo di pianificazione esplicito. L’impairment test non ha evidenziato perdite di valore da iscrivere a conto economico.

È stata infine condotta un’analisi di sensitività in funzione del costo del capitale utilizzando un range di variazione pari al 5%: il test effettuato con la metodologia di controllo ha altresì confermato la tenuta del valore iscritto.

La variazione del valore dell’avviamento rispetto all’esercizio precedente è da attribuire all’effetto della variazione dei cambi di fine periodo.

Le altre attività immateriali al 31 dicembre 2016 sono relative esclusivamente all’acquisizione ed allo sviluppo di software, ammortizzate a quote costanti per un periodo stimato di durata utile pari a cinque anni dall’entrata in funzione.     

13.2 Attività immateriali: variazioni annue

    Avviamento Altre attività immateriali: generate internamente Altre attività immateriali: altre Totale31.12.2016
    DEF INDEF DEF INDEF  
A. Esistenze iniziali 820 - - 6.350 - 7.170
A.1 Riduzioni di valore totali nette - - - - - -
A.2 Esistenze iniziali nette 820 - - 6.350 - 7.170
B. Aumenti - - - 11.402 - 11.402
B.1 Acquisti - - - 11.402 - 11.402
di cui: operazioni di aggregazione aziendale -  - - 1.134 - 1.134
B.2 Incrementi di attività immateriali interne X - - - - -
B.3 Riprese di valore X - - - - -
B.4 Variazioni positive di fair value            
- a patrimonio netto X - - - - -
- a conto economico X - - - - -
B.5 Differenze di cambio positive - - - - - -
B.6 Altre variazioni - - - - - -
C. Diminuzioni 21 - - 3.570 - 3.591
C.1 Vendite - - - - - -
C.2 Rettifiche di valore - - - 3.570 - 3.570
- Ammortamenti X - - 3.570 - 3.570
- Svalutazioni: - - - - - -
+ patrimonio netto X - - - - -
+ conto economico - - - - - -
C.3 Variazioni negative di fair value:   - - - - -
- a patrimonio netto X - - - - -
- a conto economico X - - - - -
C.4 Trasferimenti alle attività non correnti in via di dismissione - - - - - -
C.5 Differenze di cambio negative 21 - - - - 21
C.6 Altre variazioni - - - - - -
D. Rimanenze finali nette 799 - - 14.182 - 14.981
D.1 Rettifiche di valore totali nette - - -   - -
E. Rimanenze finali lorde 799 - - 14.182 - 14.981
F. Valutazione al costo - - -      

Legenda

Def: a durata definita

Indef: a durata indefinita

Gli acquisti si riferiscono esclusivamente ad investimenti per il potenziamento di sistemi informatici. Il contributo derivante dall’acquisizione dell’ex Gruppo GE Capital Interbanca è pari a 1,1 milioni di euro.

Sezione 14 – Le attività fiscali e le passività fiscali – Voce 140 dell’attivo e voce 80 del passivo

14.1 Attività per imposte anticipate: composizione

Le principali fattispecie cui sono riferibili le attività per imposte anticipate sono di seguito riportate.

Attività per imposte anticipate 31.12.2016 31.12.2015
Differenze da PPA 253.030 -
Crediti verso clientela (Legge 214/2011) 192.310 -
Crediti verso clientela 42.978 38.058
Beni strumentali noleggio 1.460 -
Fondi per rischi e oneri 1.209 561
Altre 2.193 803
Totale 493.180 39.442 
 

Le attività per imposte anticipate, pari a euro 493,1 milioni si riferiscono principalmente per euro 253 milioni ai disallineamenti rilevati nel processo di acquisizione dell’ex Gruppo GE Capital Interbanca (PPA) e per euro 228,5 milioni a rettifiche di valore su crediti deducibili negli esercizi successivi. 

14.2 Passività per imposte differite: composizione

Le principali fattispecie cui sono riferibili le passività per imposte differite sono di seguito riportate.

Passività per imposte differite 31.12.2016 31.12.2015
Crediti verso clientela 13.292 15.257
Attività materiali 9.433 309
Titoli disponibili per la vendita 394 5.770
Altre 1.315 60
Totale 24.434 21.396
   

14.3 Variazioni delle imposte anticipate (in contropartita del conto economico)

  31.12.2016 31.12.2015
1. Importo iniziale 39.359 38.342
2. Aumenti 458.021 2.256
2.1 Imposte anticipate rilevate nell'esercizio 7.494 2.256
a) relative a precedenti esercizi 30 -
b) dovute al mutamento di criteri contabili - -
c) riprese di valore - -
d) altre 7.464 2.256
2.2 Nuove imposte o incrementi di aliquote fiscali - -
2.3 Altri aumenti - -
Operazioni di aggregazione aziendale 450.527  
 3. Diminuzioni 4.737 1.239
3.1 Imposte anticipate annullate nell'esercizio 4.737 782
a) rigiri 4.737 782
b) svalutazioni per sopravvenuta irrecuperabilità - -
c) mutamento di criteri contabili - -
d) altre - -
3.2 Riduzioni di aliquote fiscali - -
3.3 Altre diminuzioni - 457
a) trasformazione in crediti d'imposta di cui alla L. 214/2011 - -
b) altre - 457
4. Importo finale 492.643 39.359
     

14.3.1 Variazioni delle imposte anticipate di cui alla L. 214/2011 (in contropartita del conto economico)

  31.12.2016 31.12.2015
     
1. Importo iniziale - -
2. Aumenti 191.417 -
Operazioni di aggregazione aziendale 191.417 -
3. Diminuzioni - -
3.1 Rigiri - -
3.2 Trasformazioni in crediti d'imposta - -
a) derivante da perdite di esercizio - -
b) derivante da perdite fiscali - -
3.3 Altre diminuzioni - -
4. Importo finale 191.417 -
 

14.4 Variazioni delle imposte differite (in contropartita del conto economico)

  31.12.2016 31.12.2015
1. Importo iniziale 15.643 11.432
2. Aumenti 9.561 4.574
2.1 Imposte differite rilevate nell'esercizio 99 4.574
a) relative a precedenti esercizi - -
b) dovute al mutamento di criteri contabili - -
c) altre 99 4.574
2.2 Nuove imposte o incrementi di aliquote fiscali - -
2.3 Altri aumenti - -
Operazioni di aggregazione aziendale 9.462 -
3. Diminuzioni 1.985 363
3.1 Imposte differite annullate nell'esercizio 695 16
a) rigiri 694 16
b) dovute al mutamento di criteri contabili - -
c) altre 1 -
3.2 Riduzioni di aliquote fiscali - -
3.3 Altre diminuzioni 1.290 347
4. Importo finale 23.219 15.643
 

14.5 Variazioni delle imposte anticipate (in contropartita del patrimonio netto)

  31.12.2016 31.12.2015
1. Importo iniziale 63 -
2. Aumenti 584 63
2.1 Imposte anticipate rilevate nell'esercizio 104 63
a) relative a precedenti esercizi - -
b) dovute al mutamento di criteri contabili - -
c) altre 104 63
2.2 Nuove imposte o incrementi di aliquote fiscali - -
2.3 Altri aumenti - -
Operazioni di aggregazione aziendale 480  
3. Diminuzioni 110 -
3.1 Imposte anticipate annullate nell'esercizio 110 -
a) rigiri 110 -
b) svalutazioni per sopravvenuta irrecuperabilità - -
c) dovute al mutamento di criteri contabili - -
d) altre - -
3.2 Riduzioni di aliquote fiscali - -
3.3 Altre diminuzioni - -
4. Importo finale 537 63
 

14.6 Variazioni delle imposte differite (in contropartita del patrimonio netto)

  31.12.2016 31.12.2015
1. Importo iniziale 5.753 2.836
2. Aumenti 835 2.948
2.1 Imposte differite rilevate nell'esercizio 268 2.948
a) relative a precedenti esercizi 17 -
b) dovute al mutamento di criteri contabili - -
c) altre 251 2.948
2.2 Nuove imposte o incrementi di aliquote fiscali - -
2.3 Altri aumenti - -
Operazioni di aggregazione aziendale 567  
3. Diminuzioni 5.373 31
3.1 Imposte differite annullate nell'esercizio 5.373 15
a) rigiri 5.373 15
b) dovute al mutamento di criteri contabili - -
c) altre - -
3.2 Riduzioni di aliquote fiscali - -
3.3 Altre diminuzioni - 16
4. Importo finale 1.215 5.753
 

Sezione 16 - Altre attività – Voce 160

16.1 Altre attività: composizione

  31.12.2016 31.12.2015
     
Crediti verso Erario 57.737 18.055
Ratei a risconti attivi 39.905 19.875
Depositi cauzionali 1.211 7.886
Operazioni di cartolarizzazione 20 301
Altre partite diverse 150.701 36.219
Totale 249.574 82.336
 

I crediti verso Erario si riferiscono per 7,2 milioni di euro ad acconti versati (bollo e ritenute d’acconto), per 27,9 milioni di euro a versamenti in pendenza di giudizio e per 15,0 milioni di euro a crediti IVA chiesti a rimborso.

I ratei e risconti attivi si riferiscono per 18,7 milioni a risconti afferenti ai costi di recupero del settore DRL, per 3,1 milioni di euro a interessi di mora vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione e per 2,1 milioni di euro a risconti di interessi passivi accreditati anticipatamente alla clientela relativi alla raccolta mediante il prodotto rendimax vincolato. 

Le altre partite diverse includono un credito nei confronti della controllante La Scogliera S.p.A. pari a 43,9 milioni di euro derivante dall’applicazione del consolidato fiscale e i crediti nei confronti dei cessionari di portafogli di crediti NPL per totali 26,9 milioni di euro.